È un brano del libro: “La danza dello sciamano” di Alfio Giuffrida 
Si trova in libreria oppure on line: http://t.co/L1oZOWLK 
I libri di Alfio Giuffrida fanno parte del filone letterario  VERISMO INTERATTIVO, in cui il lettore può diventare “Protagonista” del romanzo commentando le discussioni aperte nel FORUM del sito  http://www.alfiogiuffrida.com/  ,sui vari argomenti di attualità inseriti nel testo.

In effetti i Re Magi erano probabilmente dei Sacerdoti del Profeta Zarathuštra e, al tempo stesso, degli illustri astronomi. Inoltre, essendo dei fidi consiglieri del Re, venivano spesso chiamati loro stessi con l’appellativo di Sovrano. 

Essi erano concordi nell’affermare che, secondo una profezia dell’Antico Testamento, nel regno di Israele doveva nascere un Re, che avrebbe riunito il popolo degli Assiri a quello dei Giudei. 
Inoltre quella nascita sarebbe avvenuta grazie ad un intervento divino, in quanto doveva avvenire in concomitanza della congiunzione delle orbite di Giove e di Saturno, i pianeti che erano stati scelti come simbolo delle due popolazioni. 

Questa congiunzione era stata prevista dagli astrologi e sarebbe stata visibile nella sua pienezza solo in una regione limitata della Terra allora conosciuta, attorno al Mar Morto. 
Quando si resero conto, secondo i loro calcoli, che la data della congiunzione delle orbite di Giove e Saturno era ormai vicina, furono inviati dal loro Re in Palestina per verificare se in quella regione si potesse effettivamente vedere quell’evento astronomico eccezionale. 
Inoltre essi dovevano verificare se, come era scritto nella profezia, fosse nato un bambino, diretto discendente della stirpe di Davide, che avesse avuto le caratteristiche richieste per diventare il Re che loro aspettavano. 
Melchiorre, Baldassarre e Gaspare, al loro arrivo a Gerusalemme, per prima cosa fecero visita a Erode, il Re della Giudea romana, per sapere se in quella regione era già nato un bambino, discendente diretto dalla stirpe di Davide, che potesse soddisfare alle caratteristiche descritte nel Vecchio Testamento. 
Erode, che non conosceva la profezia, rimase turbato da quella storia che loro raccontarono e chiese ai suoi Scribi quale fosse il luogo ove il Messia doveva nascere. Ma i suoi “Uomini Dotti” gli confermarono solo che in Galilea viveva una coppia di promessi sposi, di nome Giuseppe e Maria, da cui sarebbe nato un bimbo che si sarebbe chiamato  “Gesù di Nazaret”. 
Non seppero invece dirgli nulla della profezia che, forse, quel bimbo sarebbe diventato il Messia che avrebbe potuto ambire al suo trono. 
Allora il Re, pensando che il Messia probabilmente sarebbe nato in Galilea, inviò i Magi in quel luogo, con la scusa di vegliare sul bambino, raccomandando loro di ritornare da lui e riferire i dettagli del luogo dove lo avevano trovato. 
In effetti Erode temeva che la profezia ……..