Per gentile concessione della scrittrice Maria Pace

Per Genesi, in ogni cultura, si intende il complesso dei miti sulle origini dell’Universo e il tentativo di spiegare come LUCE e FORMA siano scaturite o emerse dal Liquido Caos che gli Antichi Egizi chiamavano NUN.
Caos Liquido, Acque Primeve, Abisso, Caos Primordiale…. o come lo si vuol chiamare, il NUN  era sconfinato e senza forma, privo di dimensione e di direzione. “Era” e basta.
Il NUN, però, non era il Nulla, poiché sarà da esso che l’Universo avrà origine. 
 

In verità, gli Antichi Egizi consideravano troppo misteriosa la Cosmogonia, ossia “l’inizio delle cose”, per attribuirle un canone fisso o un unico mito, come avverrà successivamente per la Genesi  ebraica o addirittura quasi quattromila anni dopo per quella greco-romana.
Gli Antichi Egizi non fissarono mai un unico mito; così, se ad Eliopoli era RA il Dio-Creatore, ad Hermopoli era THOT ed a Memfi era PTHA.
Gli elementi necessari alla Creazione per emergere dal NUN sono: Luce – Vita – Terra – Intelletto e i miti della cosmologia cambieranno ogni volta che sarà messo in rilievo uno di questi elementi, secondo le varie culture locali.
I miti riguardano:
- la comparsa della LUCE, che coincide con l’Alba Primeva e il primo sorgere del Sole. 
- la creazione della VITA
- l’emersione della prima TERRA, (Tumulo Primevo) 
- l’istituzione dell’INTELLETTO 
Mentre alla base della Teologia Eliopolitana  ci sono soprattutto i primi tre elementi, l’ultimo costituisce il fondamento della Teologia Memfitica, conosciuta anche come “Dottrina del Logos”. 
Ad Eliopoli il mito fondamentale è quello di Atum-Ra Dio-Autocreatore, che all’interno del NUN procrea (masturbandosi) la prima coppia, che a loro volta genereranno (sessualmente) una seconda coppia.
A Memfi, all’interno del NUN troviamo Ptha-Taten 
Dio-Autocreatore che crea  la VITA attraverso:
- la LINGUA  (PAROLA o LOGOS) 
- il CUORE  (INTELLETTO) 
(nota: per gli Antichi Egizi il Cuore-IB era la sede dell’Intelletto, della Rettitudine, delle Emozioni…) 
PTHA è anche HE_KA, cioè Parola-Divina, perché la LINGUA o PAROLA o LOGOS, fa parte di Dio ed è Dio stesso: la LINGUA o PAROLA o LOGOS, dunque, è DIO-CREATORE. 
Ma non è tutto: quello della Creazione, secondo la Dottrina Menfitica, non è un ATTO casuale, ma è un”Progetto”, poiché implica il coinvolgimento di  MENTE (Pensiero Divino) e VOLONTA’ (Comando Divino), che la HE-KA, Parola-Divina o Lingua o Logos, come diranno i greci di Alessandria d’Egitto, ha concretizzato. 
Questi concetti astratti: Pensiero, Comando, Ordine, Intelletto, perché siano comprensibili, vengono personificati, per permettere loro di agire.
Diventano “funzioni” del DIO-Creatore e vengono dati loro dei nomi: Maat, sarà l’Ordine Cosmico,
Thot, l’Intelletto e la Conoscenza, ecc… 
Si legge nei Testi delle Piramidi:
“E così furono fatti tutti gli Dei. E così ogni HE-KA, Parola di Dio viene da quello che il Cuore ha pensato e la Lingua ha comandato. 
Come tutti gli Dei furono fatti e l’intera Compagnia Divina fu creata, così ogni He-Ka, Parola di Dio, viene da quello che il Cuore ha pensato e che la Lingua ha comandato. 
Così furono fatti i Kau (spiriti) e gli Hemsut (Geni) che producono tutto il cibo e il nutrimento mediante quella stessa He-Ka, Parola Divina, la quale dichiara anche ciò che deve essere amato e ciò che deve essere odiato…” 
Quelli che sembrano, dunque, momenti diversi della Creazione e cioè, Comparsa della Luce, Emersione della prima Terra, creazione della Vita, espressione dell’Intelletto, non sono atti consecutivi, ma aspetti diversi di un solo evento che si concretizza attraverso la He-Ka, cioè la Parola-Divina, la Lingua, il Logos. 

Commento di Alfio Giuffrida 
Maria Pace, ex insegnante e ricercatrice di antiche etnie, è una scrittrice. Per maggiori informazioni vedi il sito http://www.mariellapace.altervista.org/ .  La sua produzione letteraria è composta romanzi storici, storico-fantasy e storico-ambientali. 
Nei suoi libri, passa rapidamente dal racconto, avvincente ed affascinante, delle avventure in cui sono immersi i suoi personaggi, a notizie storiche e didattiche, che lasciano al lettore quella dolce soddisfazione di avere imparato qualcosa che non sapevano.
Il suo modo di scrivere ha molto in comune con il VERISMO INTERATTIVO ed infatti, nella pagina FOUM è già aperta una interessante discussione sulla teoria del Caos.