Odore di sujo” è il nuovo “progetto editoriale” di Alfio Giuffrida.

È un romanzo, ma è anche un atto di accusa verso tutta la classe politica. Il sujo, infatti, è la puzza più profonda, che non si sente col naso ma con la mente. È il modo di puzzare di alcuni politici, che con Ipocrisia si sono presentati agli elettori come benefattori e poi li hanno traditi sporcandosi le mani nel peggiore dei modi.

Appartiene al genere letterario “Verismo Interattivo”, che consiste nell’inserire, nel testo dei romanzi, degli spunti di discussione su argomenti sociali e di attualità, che poi possono essere commentati in questo FORUM.

In esso, oltre al coinvolgimento della classe politica in affari di droga, sono trattati diversi problemi, tra cui il grande dilemma che, da dieci anni, attanaglia i telespettatori: I Processi si fanno in Tribunale o a Quarto Grado? Un altro problema scottante è quello dei gay, in particolare quando devono celare il loro stato sociale perché sono anche dei preti o magistrati.

Odore di sujo è pronto, ma è ancora alla ricerca di un editore, per cui è possibile fare sul testo qualche correzione, per renderlo più pungente è più incisivo. Se avete un suggerimento da dare, potete farlo qui tramite un commento.

 

Nota: Per lasciare un commento: scrivi il testo del messaggio, poi devi inserire il tuo nome (se vuoi puoi usare uno pseudonimo) e un tuo indirizzo email (campo obbligatorio), se vuoi puoi inserire un URL (è l’indirizzo del tuo sito, se ce l’hai, ma il campo non è obbligatorio) ed infine la “captcha”, cioè devi ricopiare i numeri o le lettere che vedi scritte in modo un po’ confuso, nel riquadro sottostante (questo serve per evitare i commenti automatici inviati come spam). Fatto questo il commento è inserito in modo corretto. Per vederlo pubblicato devi attendere l’autorizzazione dell’amministratore del sito (mediamente entro 24 ore).

8 commentiLascia un Commento

Alfio Giuffrida

19/12/2016 08:12

Gentile Federico, grazie del suo commento e dell’apprezzamento per la premessa. In effetti ho rivisto da poco il primo capitolo, ho tolto alcune pagine che mi sembravano superflue per lo scopo del libro ed ho aggiunto qualche brano sul periodo del post ‘sessantotto, per inquadrare la situazione in cui è ambientato il romanzo, fare uno spaccato di come è cambiata, nel bene e nel male, la società in quegli anni. Comunque terrò conto del suo suggerimento, vedo se posso aggiungere qualcosa collegato alla corruzione dei politici.

Federico

18/12/2016 10:12

Buonasera Sig. Alfio, ho provato a leggere il primo capitolo del suo progetto editoriale. La mia opinione critica è che la premessa è molto interessante, ma nel primo capitolo non trovo nessuno degli argomenti descritti nella premessa. Le prime pagine di un libro sono le più importanti, se il lettore non vi trova nulla di interessante, ripone il libro e non lo prende più. Le consiglio mettere qualcosa sul tradimento dei politici già nelle prime pagine.

Alfio Giuffrida

28/08/2016 10:08

Caro Maurizio, è vero, nel primo capitolo non ci sono “affondi”, però mi fa piacere il fatto che ti ha stuzzicato l’appetito di leggere il seguito. In effetti nel primo capitolo c’è una critica ai “postumi del sessantotto”, il punto di passaggio tra la politica degli Onorevoli, quella degli Intellettuali e quella dei Corrotti. Vedrai che gli affondi ci saranno, eccome!

Alfio Giuffrida

28/08/2016 10:08

Caro Giuseppe, ti ringrazio di aver letto il primo capitolo del mio nuovo libro. L’idea di inserire degli argomenti di attualità per poi discuterli nel Forum del mio sito, ovvero il Verismo Interattivo, è nata parecchi anni fa. Allora ne ho discusso con il Patron della Sovera (la casa editrice con cui ho pubblicato due libri e mi ha incoraggiato molto nel seguire questa mia idea). Questo nuovo “progetto” è molto più “maturo” dei primi libri, per cui vorrei trovare una casa editrice un po’ più “grande”, speriamo bene.

Maurizio D.

28/08/2016 06:08

Ho letto il primo capitolo e devo dire che è scritto bene. Tuttavia, vista la premessa, mi sarei aspettato qualche affondo verso i politici. L’argomento è molto ricco, così si rimane con l’acquolina in bocca, vorrei leggere il resto, almeno un altro capitolo per giudicare se è veramente un atto di accusa.

Giuseppe

16/08/2016 05:08

Ciao Alfio. Complimenti per questa tua nuova fatica letteraria. Che possa vedere la luce il prima possibile. L'idea di inserire nei tuoi romanzi argomenti di attualità che attanagliano la nostra società, come l'ipocrisia e la "puzza" di politici addetti ai lavori (quando lavorano), droga, processi, il mondo dei gay e delle unioni civili -l'elenco potrebbe continuare- è pressoché originale e stuzzicante. Staremo a vedere!

Alfio Giuffrida

16/08/2016 01:08

@Massimo, grazie di aver letto i brani del mio prossimo libro. Il testo è completo e sono nella fase delle riletture, tante riletture. Quel lavoro di EDITOR che le case editrici non fanno più ed invece serve per raffinare il linguaggio e ricordarsi di documentare ogni frase che può avere un certo peso. Inoltre sono alla ricerca di una Casa Editrice (non a pagamento) che, leggendo quei brani che hai letto anche tu, decida di contattarmi per una proposta di pubblicazione, anticipando le richieste che farò io, appena superate le infinite perplessità delle varie riletture.

Massimo

16/08/2016 09:08

Caro Alfio, ho letto un paio di brani di questo tuo nuovo libro e mi sembra molto interessante. Quando lo vedremo nelle librerie?